Il bello di essere dio.

 
Se potessimo vederli, vedremmo dei personaggi più o meno accettabili appollaiati sulle scrivanie con davanti la tastiera e la convinzione di essere gli unici che possiedono le soluzioni per guarire il mondo. Alcuni sicuramente in mutande, altri spettinati e bisunti, altri ancora messi li per benino come se dovessero andare in ufficio, ma tutti con la convinzione che le loro idee sono le uniche degne di merito. Gli integralisti-nuclearisti del Web sono in grande diffusione e ognuno per conto suo considera le opinioni degli altri come bazzecole, frottole indegne della minima attenzione. E’ bello essere dio e fare proclami e distribuire miracoli come noccioline al bar. Tutti che parlano e nessuno che ascolta. Che novità!? Mi piacerebbe che per una volta ognuno di questi ‘scienziati’ provasse a fare uno sforzo e invece di intasare il mondo con inutili e ridondanti dimostrazioni di superiorità, cominciasse ad ascoltare, a cercare di capire, e soprattutto vorrei che la smettesse di pensare con la testa di qualcunaltro. Ecco, se anch’io fossi dio, per prima cosa vi toglierei la parola, solo per farvi capire quanto può essere interessante ogni tanto ascoltare gli altri e non solo la vostra voce che continua a parlarsi addosso e a contraddirsi.

Ma invece niente, quasi quotidianamente compaiono quà e là nuovi saccenti che a parole ti dimostrano che il nucleare di ultra-ultimissima generazione è strafotonico, supergalattico e multidimensionale. Azzo vogliono dire??? Nada. Niente. Nada de nada. Stronzate sublimi lette chissà dove e scritte da chissà chi.

La realtà è che il nucleare di qualsiasi generazione produce scorie, e che queste scorie vengono smaltite quà e là, dove capita, da personaggi senza scrupoli e dalle alte, altissime connivenze. Questa è la realtà, e sarebbe ora che tutti ne prendessero atto.
Se volete veramente sapere che fine fanno le scorie, prendetevi 3 minuti e leggetevi questo esauriente e dettagliato articolo de ‘L’Espresso’. Stavolta però leggetelo, non fate finta come al solito. Sapete, loro che sono dio pensano che sanno già tutto.

L’uomo che ha creato l’abisso nucleare.

Sulla questione non riesco a contenermi, mi bolle il sangue e divento pazzo quando leggo le stronzate infinite di voi divulgatori alla ‘UFO-ROBOT’, e penso che è molto probabile che le vostre menti malate siano intasate dalle migliaia di cartoni animati giapponesi che vi hanno fatto vedere da piccoli. Non esiste ATLAS ufo-robot, e neanche i Power Rangers. Lo so che vi stò dando un dolore, ma non posso continuare a fingere. Mi spiace per voi, ma non potete continuare a sparare aria dal bucodelculo come se fossero boccate di ossigeno o lame rotanti o alabarde spaziali, sono semplicemente scoregge. Però e possibile che un giorno si troverà il modo di ricavarci qualcosa, nel qual caso anche i vostri sforzi diventaranno interessanti e state pur certi che allora in molti cominceranno a darvi ascolto.

 Dr Destino.

Il bello di essere dio.ultima modifica: 2008-07-05T11:07:47+00:00da jazzfreddo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento